America Latina: l'iGaming in espansione

Febbraio 20, 2021

Attualmente, uno dei mercati più dinamici nel settore dell'iGaming è quello dell'America Latina, con il Perù a guidare la lista dei paesi in cui lo sviluppo è maggiore. Questo avrà enormi ripercussioni anche sul settore delle traduzioni: sarà necessario produrre un numero sempre maggiori di contenuti localizzati in base al paese di destinazione.

 

Sfide e opportunità in America Latina

Gli operatori del settore dell'iGaming stanno vivendo un periodo di grande crescita in diversi paesi dell'America Latina, specialmente in Perù, ma negli ultimi tempi anche Panama, Nicaragua e Colombia. Si inizia a vedere la potenzialità del settore e si stanno iniziando a creare (o in alcuni casi a migliorare) le cornici giuridiche in cui gli operatori possono muoversi legalmente.

Il paese in cui la regolamentazione per il gioco online è più avanzata è il Perù e da questo aspetto deriva il maggiore sviluppo dell'iGaming rispetto ad altri Stati, ma anche la Costa Rica, il Nicaragua, la Colombia, Panama e diverse province dell'Argentina si stanno muovendo in questa direzione.

Tuttavia, chiunque voglia trovare il proprio posto in un mercato immenso come questo, deve ricordare che sarà necessario adattare e localizzare i propri contenuti in base al pubblico.

Si potrebbe obiettare che, in fondo, tutti i paesi dell'America Latina hanno come lingua ufficiale lo spagnolo, e questo è assolutamente vero. Ma non bisogna cadere nell'errore di pensare che si possano usare gli stessi contenuti ideati per l'iGaming in Spagna. Inoltre, lo spagnolo parlato in Perù è diverso da quello parlato in Argentina o in Colombia o in tutti gli altri paesi dell'America Latina.

Allora, che fare? È necessario per prima cosa individuare il mercato (o i mercati) nel quale si vuole far sbarcare il proprio prodotto e successivamente, procedere a una traduzione o a una localizzazione dei contenuti.

Le varianti di spagnolo in America Latina

Lo spagnolo dell'America Latina esiste come lingua generica e a sé stante, ma bisogna ricordare che è frutto di una costruzione artificiale, creata appositamente per essere in grado di coprire la grande variabilità esistente tra le lingue parlate nel continente Sudamericano. Si può affermare che nessuno parla questa lingua, ma tutti la capiscono. Può essere la scelta giusta nel caso in cui si decida di puntare indistintamente a tutti i paesi ispanofoni dell'America.

Esistono poi le singole varianti: spagnolo argentino, spagnolo peruviano, spagnolo messicano e così via, senza dimenticare lo spagnolo parlato negli Stati Uniti, che è ancora diverso da tutti gli altri.

Insomma, l'approccio migliore rispetto alla localizzazione è quello di riflettere con attenzione rispetto al mercato che si vuole conquistare. Hai intenzione di attirare giocatori argentini? Non esiste modo migliore di farlo se non il far trovare loro contenuti tradotti e localizzati esattamente nello spagnolo che parlano quotidianamente. Potrebbe essere il piccolo investimento che ti permetterà di spiccare il volo!


by Beatrice Bandieri