Traduzioni “bellissime” con un’agenzia per la cosmetica

Dicembre 2, 2020

Tradurre nel settore della cosmetica richiede tanta competenza e passione: la terminologia è varia e altamente specifica e necessita di una precisa specializzazione. Devi far tradurre i contenuti della tua azienda nel settore del beauty? Per traduzioni “bellissime”, scegli un’agenzia specializzata in cosmetica! Ecco alcune considerazioni sulle traduzioni per la cosmetica.

Tradurre proprio tutto?

Partiamo da quello che potrebbe essere un controsenso: non tutto va tradotto. Ti sembrerà strano, ma ci sono termini che vanno lasciati rigorosamente in inglese. Se venissero tradotti, renderebbero il testo bizzarro agli occhi del lettore, il quale in tutta probabilità potrebbe attribuire la bassa qualità nella traduzione alla bassa qualità nei prodotti venduti. In un settore in cui la bellezza e la cura del corpo è l’asse portante, anche le traduzioni devono per forza di cose essere belle e ben curate.

Parola d’ordine: inclusività

Uno degli aspetti che più di recente è saltato agli occhi degli addetti ai lavori, è quello dell’inclusività. Che si tratti di genere, colore della pelle o età, uno degli ultimi trend nel settore della cosmetica è quello di essere inclusivi, per aprire a ogni cliente ma anche (soprattutto) per tenere alti i valori dell’uguaglianza. Ecco allora che spariscono i generi o che si tende a togliere terminologie come sbiancante, rughe, inestetismi. Insomma, si celebra l’inclusività, l’accettazione dei piccoli “difetti” e del passare del tempo.

Quando si va a tradurre, questi piccoli dettagli diventano una sfida continua e solo un traduttore accorto ed esperto è in grado, ad esempio, di rendere il testo genderless in lingue come l’italiano, lo spagnolo o il francese. Inoltre, è un settore molto dinamico, che cambia rapidamente nel tempo e che per questo necessita di aggiornamento continuo.

Un brand, un tono di voce

Questa è una regola che vale un po’ per tanti settori, ma nella cosmetica assume un ruolo ancora più rilevante: ogni brand, infatti, ha una sua storia e un suo tono di voce e il traduttore deve necessariamente conoscerli per poterli trasportare nel testo tradotto. Nel caso di brand che nascono come case di moda, per esempio, il make-up farà molta più leva sul marketing e sullo storytelling e meno sugli aspetti tecnici. Viceversa, se si tratta di brand più vicini al settore farmaceutico, potrebbero essere usate terminologie più tecniche.

In ogni caso, i cosmetici hanno un ruolo sì funzionale, ma soprattutto emozionale e bisogna saper ricreare queste emozioni anche nella traduzione.

 

Cosa possiamo offrire come agenzia di traduzioni specializzata in cosmetica

Nello specifico, come agenzia di traduzioni specializzata in cosmetica possiamo offrirti alcune garanzie:

-Traduttori esperti del settore;

-Terminologia sempre adeguata: il contouring non diventerà mai un “contorno”!

-Accurata conoscenza del settore;

-Esperienza decennale nell’ambito del beauty;

-Memorie di traduzione per garantire coerenza tra i testi nel lungo periodo;

-Verifica linguistica finale, ad esempio per controllare che il testo sia perfetto all’interno di una grafica;

-Rispetto delle normative europee sui claim;

-Glossari per lavorare sul tuo branding e migliorarlo.


by Beatrice Bandieri